Vorresti andare in viaggio nella leggendaria America del west, ma ancora non hai una idea precisa di cosa vorresti andare a vedere? Ti propongo questo itinerario in California e nei Grandi Parchi della durata di circa 15 giorni e 5000 km.
Come suggerito precedentemente nell’articolo “Road trip nella West Coast americana“, consiglio di valutare Los Angeles come punto di partenza.

Los Angeles: teniamo la città degli angeli alla fine…

Calico Ghost Towndurante il viaggio in direzione Las Vegas , potete fermarvi a Calico, un piccolo ed antico insediamento di cercatori d’oro nel cuore del deserto. [APPROFONDISCI]

Las Vegas: a circa 400 km da Los Angeles, in mezzo al deserto sorge la città di Las Vegas. Questo luogo non ha bisogno di particolari presentazioni. La filmografia hollywoodiana negli anni ha descritto ampiamente tutti gli aspetti di questo luogo così affascinante e contraddittorio.

Hoover Dam: senza dubbio una delle opere ingegneristiche dell’uomo più incredibili. Una diga costruita ad inizio secolo, in grado di dare energia a tutta Las Vegas!

Grand Canyon: Forse la più monumentale opera naturale al mondo. Un canale profondo circa 1000 metri, lungo un centinaio di km e largo 5 è senza dubbio una delle più maestose firme che l’acqua e a natura potessero lasciare sul suolo del nostro pianeta.

Monument Valley: Al solo pensiero di assistere al tramonto o all’alba in questi luoghi mi fa venire la pelle d’oca. Luogo carico di magia sciamana e spiritualità Navajo. Ambientazione di moltissimi film western è lo sfondo dell’immaginario collettivo quanto si parla di antico west. [LEGGI DI PIU’]

Antelope Canyon: forse uno dei canyon più suggestivi e fotografati del mondo. con le sue pareti di colore rosso e i giochi di luce che si creano è senza dubbio una delle tappe più suggestive del tour.

Death Valley: la Valle della Morte, appunto, non è certo un luogo ospitale. Tutt’altro! Un luogo tra i più caldi del pianeta. D’estate la temperatura dell’aria può arrivare a 60°C. Nonostante il caldo, la Death Valley offre una quantità di paesaggi e scenari davvero incredibili e suggestivi: dalle dune di sabbia a montagne dai fianchi che sembrano dipinti di color oro, da distese di sale ad aride praterie.

Sequoia National Park: non c’è niente di più pacifico al mondo di poter ammirare una sequoia in silenzio, accompagnati solo dal rumore del vento che soffia tra le sue foglie. Alberi secolari con fusto dal diametro che può arrivare a 13 metri.

Yosemite National Park: il parco nazionale americano per eccellenza. Montagne, fiumi, cascate, foreste nelle quali poter passeggiare e darsi al trekking. Nel parco non è difficile avvistare animali in libertà.

San Francisco: La città più europea di tutta l’America. Qui sentirsi a casa è molto facile. L’accoglienza e la tolleranza dei suoi cittadini è davvero rassicurante. Non è un caso che tutti i movimenti di lotta per i diritti civili siano partiti da qua.

Morro Bay: sebbene sia poco più di un paesino sulla costa pacifica, forse il suo porto con i pescherecci o forse assistere da una spiaggia selvaggia al sole che tramonta sull’oceano, lo rendono uno dei posti più affascinanti ai miei occhi.

Los Angeles: non è un caso che abbia tenuto Los Angeles alla fine. Forse perché è una città dove ognuno di noi ripone delle aspettative che vengono spesso deluse. Non tutto è da buttare di questa città. Infatti una passeggiata sulla spiaggia di Santa Monica o tra le bancarelle di Venice Beach ti faranno ritrovare il sorriso e la voglia di restare.

Vi ho proposto questo itinerario che ho già seguito personalmente due volte e mi sto preparando per ripercorrerlo una terza volta. Se avete suggerimenti su tappe diverse o semplicemente avete in programma di partire e ricevere maggiori informazioni su una tappa specifica, scrivetemi pure una e-mail a matteo@PiccoliViaggiatori.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu